Milton Gendel è un appassionato di quella fotografia che potremmo definire “narrativa”. Ha un archivio ricchissimo, una sorta di zibaldone visivo, in cui è andato registrando i suoi viaggi, i suoi incontri con persone e con cose, o anche eventi minimi, celebrazioni private, che il suo obbiettivo ha registrato cogliendo il senso più remoto di una storia, di un ambiente.

Gabriella Drudi